La Provola Ragusana è un formaggio semiduro, a pasta filata, prodotto con latte di vacca di diverse razze, tra cui la modicana, una tipica razza autoctona delle aree interne dell’altopiano ibleo. La forma è a pera. La crosta, sottile, liscia, di marcato colore paglierino in superficie, può manifestare la presenza di leggere insenature dovute ai legacci. La pasta si presenta omogenea o con lievissima occhiatura, di colore bianco o giallo paglierino. Il sapore è inizialmente dolce fino a divenire piccante a stagionatura avanzata. La Provola Ragusana è uno dei formaggi storici siciliani, sottoposti a tutela dal rischio di estinzione con Decreto Ministeriale del 18 luglio 2000 n. 130. Si presenta con la classica forma “a pera”, tipica delle provole del mezzogiorno, forma conferita per facilitare l’operazione di stagionatura, infatti viene appesa a stagionare. Come consistenza, la provola ragusana ha la pasta chiara, compatta con una lieve occhiatura ricoperta da una sottile crosticina esterna di colore giallo ambrato.
Il colore della pasta invece, è variabile e dipende dalla stagionatura, infatti sarà bianca (se fresca) o giallo paglierino (se stagionata). Dalla stagionatura dipende anche il sapore, infatti la provola fresca risulta più dolce rispetto alla provola stagionata che risulta più piccante. La provola ragusana emana un odore gradevole ed ha un gusto delicato, per questo viene consumata sia come formaggio da tavola che come ingrediente fondamentale in molteplici ricette siciliane.